Liebster Award Nomination

Liebster-Award-Button-Image

Trovare una mail che ti informa di essere stata nominata ai Liebster Award ti cambia la giornata. Davvero, l’idea che altri blogger apprezzino ciò che scrivo e che fanno il tuo nome per un riconoscimento del genere non capita davvero tutti i giorni. Per questo motivo il primo ringraziamento va a Giulia perché è stata lei a proporre il mio blog. Certe volte davvero mi dimentico di avere delle persone che mi leggono. Di cosa si tratta questo Liebster Award? Un riconoscimento per blog che ti viene conferito da altri blogger, un modo davvero carino e diverso per poter fare pubblicità al proprio sito e farsi conoscere ancora un po di più in questa comunità.

Le regole sono poche e soprattutto semplici. Che dire iniziamo?

  • Il blog nominato deve rispondere a 11 domande su un articolo appositamente dedicato a LAN (Liebster Award Nomination)
  • Nominare altri 11 blog
  • Informare i blogger nominati per fare in modo che il giro continui

Le domande pensate da Giulia sono queste 11.

-Quando nasce il tuo blog, e per quale motivo hai deciso di aprirlo?

Il mio blog è recente, è nato a luglio 2015 con l’intento di avere uno spazio tutto mio per parlare delle mie letture. E’ un’idea che avevo in testa da tempo, ma un po per pigrizia, un po perché convinta che le mie opinioni non interessassero a nessuno ci ho messo un po prima di decidermi seriamente ad iniziare.

-Quattro parole per descriverlo. 

  • Sincero: Cerco di essere più oggettiva possibile quando faccio una recensione, evito marchette e favori ad autori.
  • Personale: Tutto ciò che scrivo è mio, difficilmente si trovano le stesse opinioni altrove
  • Vario: Si possono trovare letture di vario tipo, non avendo io nessuna propensione per alcun genere
  • Curioso: Questo fa più parte del mio carattere, è la curiosità che mi spinge a non fermarmi e soprattutto provare nuovi generi e autori.

-Di cosa parli nel blog?

Libri e tutto quello che riguarda il mondo editoriale. Parlo solo dei libri che effettivamente ho letto. Non mi interessa di parlare del libro del momento solo per fare un post di successo. Leggo quello che voglio e di conseguenza ne scrivo.

-Qual’è la tua poesia preferita? Perché?

Non sono un’amante della poesia ma ce ne sono alcune tratte dal libro di Michele Mari “Cento poesie d’amore a Ladyhawke” che sono bellissime. Questa ad esempio.

“Fedeli al duro accordo
non ci cerchiamo più

Così i bambini giocano
a non ridere per primi
guardandosi negli occhi
e alcuni sono così bravi
che diventano tristi
per la vita intera”

Se fossi una pietanza, quale saresti?

La pizza. La base della pizza è sempre la stessa, a cambiare è il condimento. In ugual modo nel mio blog si parla sempre di libri ma ce ne sono di ogni genere e di vari autori.

-Quali sono i tuoi obiettivi nella vita e in quale misura c’entra il tuo blog?

Ho fatto un corso di editoria che mi ha permesso di conoscere i tanti ruoli che ci sono in una casa editrice; è così che ho scoperto la consulenza editoriale/letteraria e l’obiettivo è quello. Mi affascina l’idea di poter partecipare al processo creativo del libro, da come una semplice bozza arrivi poi in libreria. Non aspiro a diventare scrittrice. Il blog mi permette, credo, di farmi conoscere da editori e autori nel momento in cui leggono le recensioni dei libri che gli propongo. Il parere dei lettori è sempre ben accetto, anche perché sia editori che autori ne guadagnano in visibilità.

Preferisci mare o montagna? Perché?

Ho abitato per sei anni in una località balneare, ora disto da Napoli pochi chilometri, il mare quindi lo vedo spesso e volentieri. Sarà per questo che preferisco la montagna, la neve, forse perché non ci vado mai.

-Qual è il rapporto più importante della tua vita?

Sarebbe impossibile sceglierne solo uno perché ci sono tre persone che metto sullo stesso piano e senza le quali sarei persa. La sicurezza e la certezza di averle sempre al mio fianco, dalla mia parte a sostenermi, incoraggiarmi e a volte spronarmi è ciò che conta per me ora.

-Se la tua vita fosse un film quale sarebbe e perché?

The Help. Più precisamente mi piacerebbe essere una delle protagoniste, Skeeter. Anche se ho detto che non mi immagino scrittrice, l’idea di scrivere un libro su un argomento forte e che possa essere d’aiuto a qualcuno mi affascina. E poi è un film femminista; la questione parità di genere e diritti alle donne sono per me fondamentali.

Qual è il tuo libro preferito? Perché?

Per una lettrice onnivora come me scegliere un solo libro sarebbe impossibile, quindi dico il primo che mi viene in mente “Panorama” di Tommaso Pincio, NN Editore che è proprio dedicato ai lettori forti, come me.

-Scegli un’immagine che rappresenta quello che sei.

tumblr_static_tumblr_laa748og4f1qc9rjyo1_500_large

Per i blog che nominerò, spero vi faccia piacere. Se accettate di partecipare le regole sono.

  • Lasciare un commento sotto questo articolo.
  • Seguire Gli Amabili Libri se ancora non lo fate (se già lo fate, grazie)
  • Pubblicate un articolo senza dimenticarvi il mio blog e le mie undici domande
  • Nominate 11 blog e ponete voi 11 domande
  • Il distintivo del Liebster Award
  • Informate gli altri blogger della candidatura

Ecco i miei 11 blog

  1. Diario di una lettrice
  2. Cronache rosa
  3. Nella pancia della balena
  4. GiusiMar  
  5. LeggereSognando
  6. La letteratura di Eva
  7. Antonella Sacco
  8. Cose da V
  9. Anna & Camilla 
  10. Idee da leggere
  11. Diario dei libri

Ecco le mie domande

  1. Da quando il blog è online?
  2. Da dove nasce la necessità di avere uno spazio tutto tuo?
  3. Di cosa parlano principalmente i tuoi articoli?
  4. Quale credi sia la differenza che contraddistingue il tuo blog dagli altri?
  5. L’articolo che hai scritto a cui tieni di più?
  6. La rubrica a cui sei più affezionata? Se non ne hai una quale vorresti avere?
  7. Quali sono i prossimi obiettivi che ti proponi nel blog?
  8. Il libro che ti ha colpito maggiormente e perché?
  9. Quattro parole per descriverlo!
  10. Il tuo blog ti sta aiutando per i tuoi obiettivi lavorativi o è solo un hobby?
  11. Un’immagine che potrebbe esprimere te in questo momento.

Perfetto, spero che intervista e domande vi siano piaciute.