Cose di Cosa Nostra

cosedicosa

    • Titolo: Cose di Cosa Nostra
    • Autore: Giovanni Falcone
    • Editore: Rizzoli
    • Data di pubblicazione: 1991
    • Compra il libro su Amazon: Cose di Cosa Nostra

Dopo una lettura del genere c’è poco o niente da aggiungere. Falcone attraverso questa serie di interviste ripercorre e analizza il fenomeno della mafia. Lui è un uomo che l’ha conosciuta nei suoi vari aspetti, è un uomo che attraverso il suo lavoro ha cercato di combatterla e ha pagato a caro prezzo questa battaglia rimettendoci la vita. Forse qualcosa dopo questa lettura si può dire, anzi si deve dire: grazie Falcone.

La bellezza e l’inferno

lebellezza

    • Titolo: La bellezza e l’inferno
    • Autore: Roberto Saviano
    • Editore: Mondadori
    • Data di pubblicazione: 8 Giugno 2009
    • Compra il libro su Amazon: La bellezza e l’inferno

Una raccolta di scritti personali di Saviano qui raggruppati con il titolo “La bellezza e l’inferno” dove l’autore torna a parlare di temi quali il potere della criminalità organizzata e il sistema di produzione e spaccio di droga nel mondo. Ci sono anche racconti su figure come gli sportivi Lionel Messi e Clemente Russo, giornalisti come Enzo Biagi e Giancarlo Siani, e Joe Pistone, che con il nome di Donnie Brasco si infiltrò in un organizzazione mafiosa a New York, rimanendoci sei anni senza mai essere scoperto. Infine altri racconti in cui Saviano racconta le sue personali esperienze a Cannes, insieme al cast di “Gomorra” e in Svezia con gli accademici del Nobel. In tutti emerge la grande capacità narrativa di Saviano, un libro che andrebbe letto solo per poter apprezzare la bellissima introduzione fatta dall’autore stesso intitolata “Il pericolo di leggere”!

Vieni via con me

9788807491108_quarta

    • Titolo: Vieni via con me
    • Autore: Roberto Saviano
    • Editore: Feltrinelli
    • Data di pubblicazione: 2 Marzo 2011

In “Vieni via con me” sono raccolti gli argomenti discussi da Saviano durante l’omonima trasmissione televisiva campione d’ascolti. Vengono riproposti temi molto cari a Saviano, come il meccanismo della macchina del fango o del voto di scambio, le infiltrazioni delle mafie al nord e il terremoto che ha colpito l’Abruzzo nell’aprile del 2009 soffermandosi particolarmente sul crollo della casa dello studente. E poi la storia di Welby e la sua lotta per poter affermare un proprio diritto e scegliere di avere una fine dignitosa; Don Giacomo e il suo coraggio di vivere su terreni confiscati alla mafia ed infine la questione dei rifiuti tossici nella terra dei fuochi, argomento che proprio in questo periodo è di forte attualità. Il talento di Saviano è innegabile, la passione che traspare mentre racconta arriva direttamente alle persone che lo ascoltano o, come in questo caso, lo leggono.

Io vi maledico

io-vi-maledico

    • Titolo: Io vi maledico
    • Autore: Concita De Gregorio
    • Editore: Einaudi
    • Data di pubblicazione: 21 Gennaio 2013

Leggi la storia delle cinque donne sindaco di cinque paesi del Sud, che guadagnano meno di quanto dovrebbero, hanno risorse limitatissime ed alcune vengono minacciate per il lavoro onesto che svolgono e ti incazzi perché a Roma ci sono quelli che prendono tantissimo per lavorare due massimo tre giorni a settimana. Donne che lavorano in call-center, guadagnano poco o niente e sono costrette a dividere casa con altre pur di arrivare a fine mese; la ragazza che non sa come spiegare ai suoi genitori che hanno fatto sacrifici pur di vederla laureata, che con la sua triennale in lettere può fare ben poco. Ed ancora, quello che ha visto nel suicidio l’unico rimedio per far fronte ai debiti, chi ha scritto a Marchionne dopo aver visto suo padre venir privato del suo lavoro e quindi della sua dignità. Le storie sono circa una ventina, diverse l’una dall’altra ma che hanno tutte una radice di fondo: sono persone che si sentono frustrate, impotenti e non più rappresentate da uno Stato che dovrebbe tutelarli.

Se lo scopo della De Gregorio era quello di fare arrabbiare coloro che avessero letto il suo libro è riuscita nell’intento. E’ la rabbia il sentimento predominante, si riesce a percepire quella di coloro che raccontano le loro storie e quelle del lettore a cui si mescola un senso di impotenza.

Ferite a morte

Ferite-a-morte

    • Titolo: Ferite a morte
    • Autore: Serena Dandini
    • Editore: Rizzoli
    • Data di pubblicazione: 27 Febbraio 2013
    • Compra il libro su Amazon: Ferite a morte

Mi sono chiesta: «E se le vittime potessero parlare?» Volevo che fossero libere, almeno da morte, di raccontare la loro versione, nel tentativo di ridare luce e colore ai loro opachi fantasmi. Desideravo farle rinascere con la libertà della scrittura e trasformarle da corpi da vivisezionare in donne vere, con sentimenti e risentimenti, ma anche, se è possibile, con l’ironia, l’ingenuità e la forza sbiadite nei necrologi ufficiali. Donne ancora piene di vita, insomma. Ferite a morte vuole dare voce a chi da viva ha parlato poco o è stata poco ascoltata, con la speranza di infondere coraggio a chi può ancora fare in tempo a salvarsi. (Serena Dandini)

Sembra un controsenso il fatto di essermi ritrovata a leggere questo libro l’otto marzo, giorno della festa della donna. Cambia la donna, l’età o il paese in cui si trova, ma tutte queste donne hanno in comune il fatto di essere state uccise dal proprio compagno o ex. Sono storie in cui amore e morte viaggiano su due binari che, purtroppo, sono costretti ad incontrarsi. E’ contraddittorio il fatto che sia proprio l’amore, o meglio la fine di esso a spingere un uomo ad uccidere una donna; il “se non sei mia non sarai di nessun altro” sembra quasi il motto di questi “uomini” (difficili definirli tale). Iniziato in mattinata e finito dopo pranzo, queste storie ti catturano una dopo l’altra e per quanto le abbia lette in fretta non credo che le dimenticherò facilmente e velocemente.