La biblioteca di mezzanotte | Matt Haig

E se…

Se c’è un espressione che a un certo punto abbiamo usato tutti, ma proprio tutti è questa: e se. E se avessi accettato quel lavoro, e se avessi chiuso prima quel rapporto che mi faceva solo soffrire, e se fossi stata più coraggiosa e se avessi detto no, insomma tutte frasi che ci portano a una sola e unica domanda: come sarebbe la mia vita oggi?

Nora è stanca della sua vita che sembra essere arrivata a un punto di stallo. Ha un lavoro che non le piace, un rapporto inesistente con l’unico componente della sua famiglia ancora in vita e non ha nessuno al suo fianco. Se questa deve essere la sua vita tanto vale farla finita, motivo per cui una sera ingerisce una quantità spropositata di sonniferi e decide di darci taglio. 

Si ritrova in una sorta di limbo tra la vita e la morte, un limbo cha ha le fattezze di una biblioteca e dove tutti i libri presenti le offrono l’opportunità di vedere come sarebbe stata la sua vita in seguito a determinate scelte fatte. La curiosità è tanta e soprattutto c’è la voglia di scoprire che vita avrebbe avuto se avesse fatto scelte diverse: sarebbe stata felice?

Libro dopo libro Nora maneggerà tutti i suoi rimpianti e arriverà alla conclusione che nessuna vita può essere definita perfetta.

Tutto questo per dire che la vita è una meravigliosa e dannata incognita e che i rimpianti e i rimorsi fanno parte di questa assurda giostra che si chiama vivere.

  • Titolo: La biblioteca di mezzanotte
  • Autore: Matt Haig
  • Casa editrice: Edizioni E/O
  • Data di pubblicazione: 13 Agosto 2020

Il libro di Matt Haig, La biblioteca di mezzanotte, Edizioni E/O, è un libro che conquista il lettore fin dall’inizio e pagina dopo pagina mettiamo da parte la vita di Nora e ci concentriamo sulla nostra di vita pensando a quelle scelte che per mancanza di coraggio non abbiamo preso e a un certo punto diventiamo noi i protagonisti di questa storia. Mi capita di dire spesso che i libri su di me hanno lo stesso effetto di una seduta di analisi e infatti questo libro mi ha fatto pensare come nessun libro prima d’ora. Sono pentita di alcune scelte fatte nella mia vita? Certo. Sono felice di come stia andando la mia vita oggi? No, non lo sono. Ho la certezza che la mia vita sarebbe migliore se avessi preso scelte diverse? No, assolutamente no e questa cosa che siamo portati a pensare che scelte diverse significa scelte migliori e di conseguenza vita felice è solo un inganno che facciamo a noi stessi. Tutte le scelte che facciamo hanno delle conseguenze e tutte le scelte che facciamo portano qualcosa nella nostra vita. Quel cambio di rotta di un bel po’ di anni fa mi avrà tolto qualcosa, ma al tempo stesso mi ha dato altro e non vorrei essere fatalista, ma voglio pensare che è così che doveva andare e che le persone che oggi sono parte fondante della mia vita lo sono anche grazie a quel cambio di rotta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...