Come muoversi tra la folla| Camille Bordas

61VNRZTuB0L._SY445_QL70_ML2_

Nelle ultime settimane il mio tempo dedicato alla lettura è stato simile a degli sbalzi d’umore. Giorni e giorni in cui non riuscivo a portare a termine mezza pagina di un libro e giorni in cui mi bastavano un paio di ore per iniziarne e finirne uno. C’è stato un libro sbucato un po’ per caso che fa parte della seconda categoria: iniziato, finito, amato, indimenticabile (probabilmente finirà tra le mie letture più belle di sempre ma a questo ci arriveremo poi).

Come muoversi tra la folla di Camille Bordas, SEM, racconta la storia di un ragazzino di undici anni, Isidore Mazal, chiamato da tutti Dory anche se lui preferirebbe di gran lunga essere chiamato Izzie.

Dory (scusami se anche io ti chiamo così) vive con la sua numerosa famiglia, madre, padre e ben cinque fratelli (sono tre sorelle e tre fratelli) tutti più grandi di lui e tutti ma proprio tutti dei cervelloni. Berenice studia a Parigi muovendosi da un dottorato all’altro, Aurore e Leonard sono entrambi impegnati a lavorare sulle rispettive tesi, Jeremie studia al conservatorio e Simone per quanto abbia ancora tredici anni è già al secondo anno di liceo.

Una famiglia geniale dove il piccolo Dory si sente spesso fuori posto se paragonato ai fratelli che vede invincibili ed inarrivabili; lui ad esempio è il solo a non aver fatto più anni in uno, cosa che lo tormenta non poco.

A guardarla da fuori la famiglia Mazal è una famiglia invidiabile. A tavola si discute di filosofia, la televisione è vista solo se ha scopi educativi o stimola un dibattito, ma a ben guardare c’è sempre l’altro lato della medaglia: sono completamente inadatti ai rapporti interpersonali. Sono persone intelligentissime che non sanno come muoversi nel mondo, che trattano gli altri con sufficienza e che non perdono occasione per ribadire la loro superiorità.

A loro si oppone Dory con la sua ingenuità e il suo sguardo disincantato sul mondo, l’unico a non aver fatto due anni scolastici in uno e l’unico in grado di abbandonarsi alla visione di un film senza per forza mettere su una critica cinematografica dura e pura.

Quando il padre muore, Dory sarà il solo ed unico componente della famiglia a preoccuparsi della reazione di ognuno, provando con la sua purezza e la sua delicatezza a fornire un sostegno a tutti.

Come muoversi tra la folla si muove su più linee; da una parte i rapporti personali e la difficoltà che essi comportano, dall’altra il tema che ricopre più spazio: il lutto e la sua elaborazione con tutto il carico emotivo che questo comporta.

Avevo iniziato dicendo che questo finirà tre le mie letture più belle di sempre e il motivo è molto semplice. Quando tra le pagine di un libro scorgi pezzi della tua vita scritti nero su bianco, non si può rimanere indifferenti e questi libri diventano immediatamente pezzi di cuore di cui non si potrà più fare a meno.

  • Titolo: Come muoversi tra la folla
  • Autrice: Camille Bordas
  • Casa Editrice: SEM
  • Data di pubblicazione: 21 Marzo 2019

3 pensieri riguardo “Come muoversi tra la folla| Camille Bordas

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...