Il Maggio dei Libri 2019: J.D. Salinger, l’ossessione della privacy e gli scrittori di oggi!

maggio2019orizz

Il 1 gennaio 1919 a New York nacque Jerome David Salinger, lo scrittore statunitense divenuto celebre in tutto il mondo grazie al romanzo di formazione per eccellenza Il Giovane Holden. Doveroso da parte de Il Maggio dei Libri, l’iniziativa giunta alla nona edizione che celebra durante questo mese il libro e la lettura, dedicare al grande scrittore un filone tematico.

Sono sincera, Il Giovane Holden, è stata una lettura che non mi ha fatto impazzire, anzi, sincerità per sincerità, Holden guadagna i primi posti della mia personale classifica dei personaggi letterari più odiosi di tutti i tempi (si divide il podio con Il piccolo principe di Antoine de SaintExupéry).

Il romanzo uscì nel 1951 e nel 1953 in seguito allo straordinario successo del libro, Salinger iniziò a ritirarsi a vita privata, rifuggendo da qualsiasi interesse da parte della stampa e isolandosi nel suo rifugio di Cornish. Quella di Salinger verso la vita pubblica divenne una vera e propria ossessione. Il suo isolamento verso il mondo esterno fu portato all’eccesso, tanto che le notizie su di lui a un certo punto della sua vita sono cessate del tutto. La sua ultima intervista risale al 1974 al New Yorker (giornale con cui Salinger collaborava e dove nel 1965 apparve il suo ultimo racconto).

JD Salinger Portrait SessionMi piace scrivere per me stesso. Pago per questo genere di atteggiamento, Sono conosciuto come una persona strana e distaccata. Ma tutto quello che sto facendo è provare a proteggere me stesso e il mio lavoro. 

 

 

Questa cosa mi ha fatto pensare molto agli scrittori di oggi e come il rapporto con la stampa e con i lettori sia cambiato. Ci sono scrittori che farebbero carte false pur di avere un trafiletto sul giornale di cronaca locale o un passaggio in una trasmissione di un’emittente regionale e soprattutto ci sono i social network che hanno irrimediabilmente mutato il rapporto scrittore-lettore. Se fino a qualche tempo fa le uniche occasioni per poter scambiare qualche parola con lo scrittore erano le presentazioni letterarie, oggi grazie a un semplice messaggio su Facebook, Twitter o Instagram possiamo far sapere in tempo reale se quel libro ci è piaciuto o meno (e se ci è piaciuto in cosa ci è piaciuto e via discorrendo).

Oggi la barriera scrittore- lettore si è infranta e si è dato il via a questo rapporto virtuale che non ha nulla da invidiare a un rapporto reale. Mi capita di vedere lettori che si vantano di amicizie con scrittori solo perché lo scrittore in questione ha messo qualche like (va bene che dopo la storia di Marco Caltagirone vale tutto, ma andiamoci più piano a sbandierare amicizie inesistenti). Mi è capitato di vedere scrittori “corteggiare” lettori solo per la speranza di vendere qualche copia in più* e nella speranza più concreta che quel lettore lusingato da quelle attenzioni si precipiti in libreria per acquistare la copia del libro.

Avere “amici” scrittori su Facebook o seguirsi a vicenda su Twitter e Instagram è diventata consuetudine e spesso mi chiedo se questo sia sano o no in quello che poi sarà il giudizio finale del libro. Se ho lo scrittore tra gli amici avrò più pudore nel dichiarare il giudizio reale di quella lettura, perché magari ho paura che lo scrittore possa sentirsi offeso dalla mia critica o bocciatura (poi ci sono anche gli scrittori che se dici no alla loro proposta di lettura ti bloccano direttamente e dimostrano di avere un grado di maturità inferiore a un bambino di due anni*).

Quindi quello che mi chiedo e che soprattutto chiedo a voi: cosa ne pensate di questo cambiamento di rotta nel rapporto scrittore/lettore?

*tratto da una storia vera, la mia.

3 pensieri riguardo “Il Maggio dei Libri 2019: J.D. Salinger, l’ossessione della privacy e gli scrittori di oggi!

  1. Sono sempre stata una lettrice appassionata ma solo da qualche anno ho iniziato ad apprezzare la narrativa italiana contemporanea e andare alle presentazioni di qualche romanzo. Da lettrice ho molto pudore a contattare gli autori, magari seguo il loro profilo se è aperto perché mi piacciono le idee e i temi che ogni tanto vengono condivisi; l’amicizia ho il coraggio di chiederla solo se è stata preceduta da una conoscenza nel mondo reale, non solo perché ho comprato e letto un libro o magari ne ho scritto una recensione nel blog.
    Credo che gli scrittori facciano bene, se lo vogliono, a mantenere un canale aperto con i lettori (blog, pagina facebook, twitter), ma trovo superfluo che li vadano a corteggiare uno a uno. Anche perché se penso agli scrittori del passato, non credo che mi sarebbero stati tutti particolarmente simpatici come persone: deve essere il talento a parlare, in fin dei conti cerchiamo un buon libro, non un buon amico.

    Piace a 1 persona

    1. Grazie per esserti raccontata. Sono molto timida anche io e ti confesso che fino a qualche anno fa avevo pudore di mandare la semplice richiesta di amicizia, figuriamoci a scrivergli direttamente. Stesso discorso valeva per le dediche sul libro a fine presentazione, è da qualche tempo che mi sono sciolta. Ovviamente io ho estremizzato un po’ i casi, di rapporti belli con degli scrittori nati da un semplice commento ne ho costruiti (ma questi rapporti lo custodisco gelosamente e non lo sbandiero a destra e manca). Sono d’accordo con te sulla questione del coltivare il rapporto con i lettori perché da lettrice mi piace poter seguire lo scrittore anche al di là del libro in sé (e con questo non mi riferisco alla vita privata, quello non è affar mio e non mi interessa neanche).

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...