Lettura come Libertà #BlogNotesMaggio

Locandina-50x70_2018_orizzanteprima

A tutti i miei traumi io ho reagito sempre alla stessa maniera: chiedendo aiuto ai libri. Per quel che mi riguarda, il libro è prima di tutto una ciambella di salvataggio. Non che ti migliori, a questo credo poco. E neppure che ti sani la ferita. Però ti placa. Alla maniera di un lenimento, di un farmaco di pronto intervento. E quando dico libro, dico libro in generale. Non romanzo soltanto.

Il sorriso di don Giovanni di Ermanno Rea

Quando mi chiedono perché mi piace leggere generalmente non so rispondere. Potrei uscirmene con quelle frasi fatte come leggo per crescere, leggo per imparare, leggo per viaggiare con la fantasia e altre cose così che detto tra noi risultano un po’ banali, non trovate?

Leggo perché mi piace e a questo non so aggiungere altro. Leggo da quando a otto anni avevo il mio appuntamento fisso in edicola con i fumetti. Leggo da quando a dieci anni ho letto il mio primo libro “L’amico ritrovato” di Fred Uhlman e una volta finito ho sentito la necessità di iniziarne un altro. Leggo da quando da adolescente passando per Coelho, Dan Brown, Harper Lee e Pirandello ho capito che senza libri le mie giornate erano un po’ più vuote. Oggi senza un libro non riesco ad immaginarmi, se passa una settimana senza averne aperto uno mi sento in colpa. Sono quella che in borsa ha sempre con sé il Kindle, che a casa ha la pila di libri che invece di assottigliarsi aumenta a dismisura e sono quella che se non passa in libreria a dare un’occhiata e fare quattro chiacchiere col libraio si sente come se le mancasse qualcosa.

Sono una dipendente dai libri o più semplicemente sono una dipendente dalle storie che raccontano. Se penso ai libri che mi hanno deluso, a quelli che mi hanno emozionato, a quelli che mi hanno fatto arrabbiare e a quelli che mi hanno insegnato qualcosa… cavolo io di libri ne parlerei per ore.

Guardo le mie tre librerie che ho a casa che ospitano i libri che ho accumulato negli anni con i miei soli risparmi e sono felice, la guardo e nella mia testa ho la vocina di Gollum che dice il mio tesssoro.

Una mia amica tempo fa mi ha detto quando parli di libri ti si illuminano gli occhi, questo per farvi capire che tipo di legame ho sviluppato nel tempo con i libri.

Quando Il Maggio dei Libri ha proposto il filone Lettura come Libertà mi sono fermata a lungo a pensare a cosa volesse dire. Io l’ho interpretata in due modi. La prima è legata alla conoscenza: leggere significa conoscere e conoscere significa essere liberi. L’ignoranza crea schiavitù e preconcetti, la conoscenza crea libertà e apertura mentale. Ribaltando si potrebbe interpretarlo come leggere in libertà, senza condizionamenti, senza pensare questo libro è giusto e questo no, questo autore va bene e quest’altro no.

Qualche giorno fa ne parlavo con altre blogger coinvolte in questa bellissima avventura del #BlogNotesMaggio; lo snobismo nel mondo dei libri non porta a nulla di buono, ci rende solo più antipatici agli occhi dei non lettori. Insomma smettiamola di fare i maestrini sotuttoio, smettiamola di reputarci migliori di chi non legge, smettiamola con se non hai letto Delitto e Castigo è inutile che ti leggi venti libri al mese. Leggere non è questo, leggere non è creare squadre e fazioni. Nella mia carriera da lettrice ho letto Fabio Volo, ho letto le cinquanta sfumature, ho letto un fantasy che mi ha fatto piangere e quindi? Ora lo so che con queste rivelazioni ho perso tutta la mia credibilità ma sinceramente mi importa poco perché so di aver letto libri che mi hanno formato e accanto a questi ho letto libri di puro intrattenimento perché la testa in quel momento aveva bisogno di svago.

Essere liberi di scegliere un libro è l’essenza del lettore: non privatevene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...