Lealtà

lealtà

  • Titolo: Lealtà
  • Autrice: Letizia Pezzali
  • Editore: Einaudi (Stile Libero)
  • Data di pubblicazione: 23 Gennaio 2018

Giulia, trentadue anni, lavora a Londra in una banca d’affari. Un lavoro fortemente voluto e desiderato, un lavoro che grazie ai soldi guadagnati le permette quella sicurezza che da figlia orfana di padre non ha mai sentito quando era più piccola. Quando sei una bambina e cresci con un solo genitore che si fa in quattro per non farti mancare niente cresci con un unico desiderio, ossia quello di rifarti economicamente per non avere così preoccupazioni legate al denaro.

Il lavoro di Giulia, dall’esterno, può essere visto come un lavoro freddo, fatto di soli numeri e calcoli per niente appassionanti. Il mondo della finanza, dei mercati è fatto così, un lavoro fatto di testa che non presuppone emozioni. Giulia infatti di dedica al lavoro anima e corpo riservato poco tempo libero all’intrecciare relazioni con gli altri. Eccezion fatta per Michele, il suo unico grande amore del passato che tanto passato non è visto che le basta sentire semplicemente il nome per scatenare uno tsunami di ricordi.

Tutto il romanzo si muove su due piani temporali; da un lato la Giulia del passato, studentessa universitaria a Milano e dall’altra quella del presente a Londra, tra i palazzi del Canary Wharf, tra affari, finanza, tailleur e tacchi alti e il ricordo di Michele, la sua ossessione mai dimenticata.

Michele non era stato solo un amore, era stato desiderio, passione e soprattutto ossessione. Del loro primo incontro ricorda ancora gli sguardi, le poche frasi scambiate e il conseguente colpo di fulmine scoppiato. Non l’avrebbe mai detto, ma con le passioni funziona sempre così. Non avvertono e sono fuori da ogni logica. Michele era molto più grande di lei, coetaneo di sua madre, poteva essere il padre che Giulia non aveva mai conosciuto a causa di un incidente che glielo aveva portato via troppo presto e cosa più importante Michele era sposato, aveva una bambina e non aveva intenzione di lasciarle per lei. Voleva Giulia, ma la voleva nei momenti che riusciva a togliere alla sua famiglia e al suo lavoro. Un rapporto con queste premesse non è semplice, ma Giulia non lo scansa, anzi, si butta a capofitto decidendo di viverlo anche se non nella sua totalità, accontentandosi del poco che lui riusciva a riservarle.

Se parlerai di noi, fallo con lealtà.

Il punto forte del romanzo è la storia tra Giulia e Michele, storia troppo attuale per non identificarsi, storia parabola degli amori di oggi vissuti più al telefono che di persona. Giulia si strugge nell’attesa degli sms che non arrivano, nel vivisezionare il profilo FaceBook di Michele alla ricerca di indizi che mostrerebbero un suo nuovo amore e interpreta un like di una donna al suo Michele come prova tangibile del tradimento. Una storia 2.0. in un ambiente inusuale come quello dell’alta finanza, una storia che si snocciola tutta tra i temi ossessione, passione e desiderio, temi più che mai attuali, temi più che mai interessanti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...