Le ragazze

le-ragazze

    • Titolo: Le ragazze
    • Autrice: Emma Cline
    • Editore: Einaudi
    • Data di pubblicazione: 27 Settembre 2016

E’ l’estate del 1969 ed Evie si prepara a trascorrerla nell’indifferenza totale. Non ha programmato una vacanza che la porterà in giro prima dell’inizio del college a settembre, piuttosto passerà i giorni all’apparenza piatti in compagnia della sua amica Connie. Lei e Connie sono amiche dalla medie e Evie ha una cotta pazzesca per suo fratello e si può dire che il motivo per cui passa tanto tempo a casa di Connie è proprio per avere un pretesto per stargli accanto. Quando lui se ne va di casa Connie le dice senza mezzi termini che aveva capito di essere il mezzo per arrivare al fratello e che la loro amicizia era da considerare un capitolo chiuso. Per Evie quell’episodio era da aggiungere a tutte le altre insoddisfazioni della sua vita. Figlia di genitori separati che avevano trovato la loro felicità in altre persone, una classe sociale in cui si era ritrovata per caso grazie alla nonna famosa attrice e nessun amico che sentisse tale e che la facesse sentire desiderata.

E’ un giorno al parco che vede per la prima volta Suzanne con altre ragazze. Suzanne è quel tipo di persona che tutti una volta nella vita abbiamo sognato di essere, pensa Evie. All’apparenza una ragazza normale, neanche bellissima o vestita alla moda, anzi a dir poco sciatta e trasandata. Quello che contava e che non sfuggì a Evie era come le altre la guardavano. Pendevano dalla sua bocca, dai suoi occhi, cercavano un minimo cenno di approvazione. L’aurea che Suzanne emanava era forte e Evie avrebbe dato qualsiasi cosa per esserle amica, ecco perché quando la rivede la seconda volta al supermercato si offre di di rubare per lei della carta igienica: è la prima delle tante cose che Evie farà per farsi apprezzare da Suzanne.

Coincidenza o destino quando la bici di Evie la lascia a piedi è Suzanne e le sue amiche che incontra. Dapprima riluttante Suzanne acconsente al far venire Evie con loro al ranch dove la sera ci sarebbe stato un party. Il ranch era di proprietà di Russell, o meglio Russell era il leader di quella che all’apparenza era una comunità (setta per tutti gli altri) che rifiutava qualsiasi tipo di concetto di proprietà e regole imposte dalla società e che proclamava amore libero e libertà assoluta. Quello che Evie nota è proprio l’amore che tutte le ragazze provavano per Russell, amore mentale e carnale condiviso da tutti. Evie inizierà a frequentare quello strano ranch assiduamente, primo per compiacere Suzanne e secondo perché aveva trovato il posto dove sentirsi accettata e amata. Con le ragazze proverà di tutto, alcool, droga, sesso; infrangerà tutte le regole e solo per un caso fortuito Evie non sarà presente la notte in cui la tragedia prenderà atto.

Le Ragazze è un romanzo di formazione che a detta di qualcuno pecca di perfezione. Ora se un libro che ti incolla alla lettura ha una storia potente e uno stile mai banale viene giudicato troppo perfetto (perfetto con accezione negativa) ben vengano i libri perfetti. Ci stiamo abituando a storie deboli trite e ritrite con un linguaggio e uno stile che tende ad impoverirsi e appena troviamo un libro che è perfetto dobbiamo dire no grazie, non cerco la perfezione in un narratore (io in un narratore la perfezione la cerco, perché a scrivere male già ci sono io e al pensiero che questa autrice, che ha solo una anno in più di me, sia riuscita a confezionare un libro pazzesco come questo non posso che essere stupita e dire semplicemente: chapeau).

Le Ragazze mostra con che facilità si può imboccare la strada sbagliata, come la mancanza di punti di riferimento (in questo caso genitori e amici) può essere fatale. Evie è insoddisfatta di tutti ma principalmente lo è di se stessa ed è questo che la porta a provare di tutto. Non ha paura di deludere i suoi genitori, che qualcuno paghi per i suoi errori: Evie si lascia trasportare dagli eventi e basta. Se Evie evita la tragedia non è per una sua presa di posizione, ma perché è Suzanne a non volerla con lei quella notte e non certo perché Suzanne voglia proteggerla. Si può dire che per Evie Suzanne rappresenti tutta l’amicizia e l’amore di cui ha bisogno per vivere, ma cosa Evie rappresenti per l’altra non sarà mai chiaro.

Io mi sono dilungata parecchio, ma quando i libri sono così belli ne parlerei per ore. Facciamo che ora che avete finito di leggere me leggete Le ragazze.

5 pensieri riguardo “Le ragazze

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...