Home » Letteratura italiana » Il tempo è un dio breve

Il tempo è un dio breve

1372090938062Copertina_tempo_dio_breve_mariapia_veladiano

    • Titolo: Il tempo è un dio breve
    • Autrice: Mariapia Veladiano
    • Editore: Einaudi
    • Data di pubblicazione: 23 Ottobre 2012
    • Acquista il libro su Amazon: Il tempo è un dio breve

Ildegarda è una giornalista di una giornale cattolico. La nascita di suo figlio Tommaso ha coinciso con la crisi del suo matrimonio con suo marito Pierre. Quando appena nato gli misero Tommaso tra le braccia, Pierre provò un dolore assurdo. Da figlio non voluto non avrebbe mai voluto diventare padre. Pierre con Tommaso non si è mai comportato come padre, la sola presenza lo innervosiva e questo col tempo non era cambiato.

Quasi impotente Ildegarda ha visto il suo matrimonio sfasciarsi e non ha fatto niente per impedirlo. Notava che suo marito era assente e non diceva niente per timore di peggiorare la situazione. Ha visto suo marito andarsene di casa e non ha chiesto spiegazioni, se non un impegno settimanale in modo da non privare del tutto suo figlio di una figura paterna. L’essere per Tommaso tutta la famiglia necessaria (la madre di Pierre non aveva voluto suo figlio figuriamoci suo nipote) ha fatto sì che Ildegarda sviluppasse per suo figlio un attaccamento morboso e la paura di perderlo diviene per lei una vera e propria ossessione. L’idea che una malattia o un incidente glielo portassero via era un dolore lacerante al pari di un dolore fisico.

Dio prendi la mia vita non la sua diventa il suo mantra quotidiano.

Il Natale da trascorrere lontano da tutti è l’occasione per Ildegarda di mettere in pausa i suoi timori. Conosce Dieter, un uomo di fede che l’inferno che Ildegarda aveva paura di provare lo aveva vissuto sulla sua pelle. Sarà forse questo dolore che li avvicinerà dando vita a un rapporto che va oltre la semplice amicizia.

Dio la mia vita al posto della sua Ildegarda sarà costretta a dirlo con tutte le sue forze quando dopo una febbre altissima con conseguenti crisi epilettiche Tommaso è ricoverato in un ospedale. Il bambino supera il pericolo ma la sofferenza è dietro l’angolo e ora Ildegarda dovrà impiegare tutte le sue forze per salvare se stessa.

Forte, Cos’è essere forte? E’ resistere sempre, oppure arrendersi a quello che non si può impedire e così evitare la distruzione anticipata.

Che Dio è quello che accetta uno scambio del genere? La vita di uno al posto di quella di un altro. Che Dio è quello che mette continuamente alla prova i suoi figli con una serie di sofferenze? Più si soffre e più si crede? E’ normale che Ildegarda si ponga tutte queste domande e che la sua fede vacilli in un momento di tale dolore. C’è chi si avvicina a Dio quando soffre e chi se ne allontana. Nonostante i dubbi, nonostante tutto lei mette la sua vita nel Dio in cui tanto ha creduto, decidendo di trascorrere gli ultimi mesi della sua vita nel posto in cui lei e Dietric si sono conosciuti. Sa che lascerà suo figlio nelle ottime mani del suo nuovo compagno, della sorella di Pierre, Marguerite, l’unica familiare che è sempre stata presente.

Quello che bisogna fare è non desiderare nulla, amare tutto. Tutta la vita. E sperare. Io spero che questa non sia l’ultima parola. Spero nell’ultima parola di Dio.

Scrittura ineccepibile e storia toccante. Mariapia Veladiano conferma il suo incredibile talento narrativo. Emozionante e doloroso Il tempo è un dio breve mostra i limiti della vita di fronte alla morte, il degno calvario di una sofferenza e l’accettazione del destino grazie alla fede.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...