Io e Henry

download

    • Titolo: Io e Henry
    • Autore: Giuliano Pesce
    • Editore: Marcos y Marcos
    • Data di pubblicazione: 28 Aprile 2016

-Tu sei un giornalista, giusto?

-Giusto.

-Quindi ti dovrebbe interessare uno scoop, lo scoop del secolo?

– Certo.

– Io sono quello che la gente definirebbe un agente segreto.

Tagliaferro è un giornalista. Non particolarmente ambizioso, ma uno con il fiuto per una buona notizia. Da quando sua moglie lo ha lasciato dopo due anni di matrimonio per mettersi con filosofo francese, la vita di Tagliaferro ha subito un cambio drastico, in negativo. La Strega si è portata con sé tutte le sue ragioni di vita e a lui non resta che trascinare la sua esistenza giorno dopo giorno. Una delle prime cose a risentirne è stato il lavoro, svolto il minimo sindacale per permettergli di portare a casa lo stipendio.

Un giorno il direttore del giornale gli affida un’intervista al dottor Herteinstein del centro di salute mentale Villachiara e a Tagliaferro non resta che accettare, malavoglia, l’incarico. E’ nella sala d’aspetto che incontra Henry, Henry Thoreau per la precisione. La prima cosa che pensa Tagliaferro è di assecondarlo in tutto, in fondo con i pazzi è così che bisogna fare. Henry non perde tempo, si presenta e gli racconta una storia assurda che però lo affascina, tanto che quando Tagliaferro dopo l’intervista lascia il centro, l’unico pensiero è trovare un buon motivo per ritornare, meno male che ha preso con sé un biglietto da visita per sapere quando sarà possibile farlo. Il racconto di Henry gli è piaciuto tanto oppure davvero la sua vita è colata così a picco che l’unica cosa bella che gli è successa negli ultimi tempi è la storiella di un vecchio svitato?

Finché un giorno il vecchio Henry smette di raccontare storielle e decide di dire al suo giovane amico la sua verità. Non è un pazzo ed è rinchiuso lì dentro contro la sua volontà. Gli dice di essere un agente segreto e di conoscere il più grande segreto della storia dell’umanità, custodito in un documento che deve assolutamente recuperare prima che finisca nelle mani sbagliate. Ora le opzioni per Tagliaferro sono due: salutare cortesemente il simpatico vecchietto e non mettere più piede a Villachiara o decidere di trovarsi davanti allo scoop del secolo che restituirà credibilità lavorativa, gli permetterà di vincere il Pulitzer e perché no, vedere tornare sua moglie da lui.

Se hai un sogno, vale la pena di vivere inseguendolo, se non ce l’hai non vale la pena di vivere

Da perdere Tagliaferro non ha più niente, tanto vale credere a Henry, assecondarlo e aiutarlo nel suo folle piano che prevede tra le altre cose di raggiungere la contessina Kosinceva, lei la chiave di tutto.

La sicurezza della relazione con sua moglie e del posto di lavoro svolto quotidianamente erano le certezze su cui la vita di Tagliaferro si basava, perse quelle il bisogno di ritrovare nuovi punti di riferimento diventa per lui essenziale, ma questa volta essenziale è la necessità di essere lui l’unico artefice del suo destino. Difficile in un mondo che cerca costantemente di condizionare il nostro essere e plasma il nostro modo di pensare e agire persi in quella che consideriamo una massa di estranei, di cui in realtà siamo unica parte integrante, liquefatti nella comunicazione al punto che nessuna opinione può restare davvero isolata, se non per pochi secondi.

Difficile catalogarlo in un genere, Io e Henry potrebbe essere un’avvincente spystory o un delizioso romanzo umoristico. Di certo è assurdo e originale, divertente e capace di generare riflessioni, con due personaggi da amare alla follia e una penna, quella del giovanissimo Giuliano Pesce, fresca e avvincente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...