Autobiografia di una femminista distratta

autobiografia-di-una-femminista-distratta-d481

    • Titolo: Autobiografia di una femminista distratta
    • Autore: Laura Lepetit
    • Editore: Nottetempo
    • Data di pubblicazione: 4 Marzo 2016

Davanti ai libri mi sento come un cane da tartufi. Li cerco col naso, ne sento l’odore, capto i segnali che mandano e batto il terreno con il muso tra i cespugli.

Ci sono vari modi per raccontare la propria vita. Quello più canonico è quello che rispetta il naturale corso degli eventi, partendo dall’infanzia ed arrivando al momento in cui si sta vivendo. Quello scelto da Laura Lepetit è diverso, una serie di ricordi che maggiormente hanno segnato il suo percorso: la casa editrice La Tartaruga, il circolo delle donne Cicip e la Radio Popolare in primis.

La costante di tutto è l’interesse e l’adesione al femminismo, che lega tutte le esperienze da lei vissute. Dopo un’iniziale esperienza da libraia con la Milano Libri, Laura inizia a frequentare un circolo di donne. Incontri in cui le donne raccontavano senza timori o pregiudizi le proprie emozioni ed esperienze. Sono gli anni in cui i primi accenni di femminismo arrivano dall’America, mentre l’Italia è ancora ferma alla convinzione che la donna debba essere moglie e madre, altro che cercarsi un lavoro. L’idea della casa editrice nasce proprio al circolo e l’intenzione di pubblicare solo donne è conseguente, un catalogo intenzionato a riscoprire autrici trascurate o ignorate da altri editori, un’innovazione e soprattutto qualcosa di nuovo rispetto a tutto ciò che già c’era. La Tartaruga nasce consapevole dell’importanza e della necessità di far incontrare il libro giusto nel momento giusto.

Quante cose interessanti si scoprono leggendo quello che scrivono le donne.

Nel catalogo de La Tartaruga figurano le più grandi scrittrici della letteratura mondiale come Virginia Woolf, Doris Lessing, Alice Munro e Nadine Gordiner, autrici il cui talento è stato riconosciuto da critici e lettori e che sono state adottate anche da altri editori che le hanno inserite tra i loro cataloghi.

Nato nel 1981 a Milano, il circolo Cicip rappresenta un’altra tappa importante nella vita di Laura. Serate che trascorrevano tra incontri, seminari, discussioni e argomenti di vario genere. L’esperienza della Radio Popolare con la trasmissione “Ciao Bella” sempre improntata su libri e autrici, le ha fatto acquisire disinvoltura e sicurezza nel parlare col pubblico.

Zengosaidan è un’espressione Zen per dire: Non pentirti di ciò che hai fatto in passato, non preoccuparti per il futuro e dedicati con tutte le forze a non avere rimpianti.

Quello che traspare da queste pagine è proprio questo, il non rimpianto per quello che non è potuto essere, ma la soddisfazione e la felicità per tutto quello che è stato, una filosofia di vita estremamente positiva da adottare.

Sulla questione scrittura femminile e scrittura maschile si torna sempre a discutere. L’appunto fatto dalla Lepetit sul fatto che alla scrittura maschile manchi l’autenticità che invece appartiene a quella femminile, non mi trovo d’accordo. La differenza tra le due scritture c’è e sarebbe inutile negarlo, come credo ci sia differenza tra la scrittura degli autori contemporanei e del passato, tra scrittori italiani e stranieri ma non credo che nessuno sia migliore rispetto a quella degli altri. Affermare che la scrittura femminile sia più profonda o autentica di quella maschile è errato. Ho letto bravissimi autori che hanno saputo descrivere nei minimi particolari personaggi femminili come ho letto autrici che si sono fermate all’apparenza o ragionato per luoghi comuni nel descrivere personaggi maschili. Da lettrice quello che a me è sempre interessato sono le storie, indipendentemente da chi me le racconta o da chi le pubblica. Sono una lettrice donna che legge maggiormente autori, ma trovo che sia semplicemente un caso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...