L’amico ritrovato

L’amico-ritrovato

    • Titolo: L’amico ritrovato
    • Autore: Fred Uhlman
    • Editore: Feltrinelli
    • Data di pubblicazione: 1971 (Prima edizione originale)
    • Compra il libro su Amazon: L’amico ritrovato

Hans è un ragazzino di sedici anni che vive a Stoccarda con la sua famiglia appartenente all’alta borghesia, integrati con gli altri, dalla mente aperta e quasi non curanti del loro essere ebrei, o meglio, vivono la loro fede nella normalità più assoluta, come è giusto che sia. Konradin è un ragazzino di nobile famiglia tedesca che si aggrega alla classe di Hans; inizialmente l’atteggiamento di Konradin nei confronti degli altri ragazzi della classe è di puro distacco, ma l’obiettivo di Hans è quello di riuscire in qualche modo ad essergli amico. Quando un giorno mentre i due tornano a casa dopo la scuola Konradin rivolge la parola a Hans, capisce di aver fatto finalmente colpo su di lui e piano piano i due stringono una forte amicizia. Sebbene Konradin inizierà a frequentare con costanza la casa di Hans, non avviene il contrario e le uniche volte che Hans andrà a casa di Konradin i genitori del ragazzino saranno assenti. L’essere ebreo è un problema per i genitori di Konradin e questo incrinerà il rapporto tra i due, non solo, l’ideologia nazista entrerà anche nella quotidianità scolastica e costringerà Hans ad andare in America. Molti anni successivi, quando l’orrore della seconda guerra mondiale è ormai un ricordo, Hans noterà il nome di Konradin tra i caduti durante il conflitto, giustiziato perché tra i fautori di un attentato a Hitler, e sarà questo a fargli ritrovare l’amico.

L’amico ritrovato è quel genere di libro di cui tutti hanno sentito parlare e con molte probabilità letto; in neanche 100 pagine è condensata la storia di un’amicizia narrata nella sua forma più pura e distrutta a causa di ideologie sbagliate. Quando ho letto questo libro avevo dieci anni, la seconda guerra mondiale ancora non l’avevo studiata e per quanto il libro lo avessi trovato alla mia portata faticavo a capire come poteva una semplice religione, una semplice appartenenza a una razza, scatenare un profondo odio da parte di un’intera nazione e non.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...