Atletico Minaccia Football Club

_atletico-minaccia-football-club-1358385081

    • Titolo: Atletico Minaccia Football Club
    • Autore: Marco Marsullo
    • Editore: Einaudi
    • Data di pubblicazione: 22 Gennaio 2013

La ragione di vita di Vanni Cascione è il pallone. Nella sua testa esiste quello e Mourinho, anche vive nel mito di Mourinho, ma con l’allenatore portoghese ha niente in comune, se non il fatto di svolgere lo stesso lavoro. Per correttezza bisogna dire che Mourinho allena i più importanti e forti club internazionali mentre a Cascione è toccato il compito di risollevare le sorti dell’Atletico Minaccia, una squadra che milita tra le ultime categorie del campionato italiano. Lui è consapevole di valere di più e che l’Atletico Minaccia è soltanto una fase o meglio è la fase iniziale che lo porterà a scalare piano piano le varie categorie per arrivare ad allenare un club di Serie A o chissà che altro. Di cazzate ne ha fatte molte e quindi ora è meglio tenere un basso profilo e scendere a compromessi e allenare la squadra che gli è stata offerta.

La positività Vanni ce l’ha tutta, gli hanno fatto intendere che gli avrebbero messo tutt i mezzi a sua disposizione per creare la rosa dei suoi sogni ma tra il dire e il fare ci sono di mezzo dei giocatori improponibili ai più che però guarda caso toccano a lui. Qualche nome? Rocco Papatoccia amico fraterno di Antonio Cassano, barese di nascita e lingua (l’italiano per Papatoccia è un qualcosa di sconosciuto), Fabrizio Spugna che da buon ex concorrente di Sarabanda allieta (per così dire) i compagni di squadra con tutte le canzoni che conosce facendo di lui più un jubox umano che un calciatore ed infine Sasi Mocciardi che in passato ha partecipato al reality show Campioni e che si distingue dagli altri grazie al suo tatuaggio che raffigura Lavezzi che bacia la Madonna. Le premesse per un campionato non facile ci sono tutte e Cascione oltre ai problemi lavorativi dovrà pensare a quelli familiari: la moglie Lina non condivide e comprende la fede calcistica del marito e Vanni potrà contare solo sul sostegno di sua figlia Chiara.

Sono stata la prima ad avere dei dubbi su questo libro. Seguo il calcio ma non ne sono ossessionata e l’idea di un romanzo con protagonista un allenatore non mi stuzzicava per niente. Sono stata convinta a leggerlo e ora ringrazio chi me lo ha consigliato perché mi sarei persa un romanzo ingegnoso come pochi. Vanni Cascione è un personaggio che si ama dalla prima riga, uno di quei personaggi che una volta chiuso il libro lo vorresti ritrovare protagonista in altre avventure. Mentre lo leggevo mi veniva in mente Coliandro e il suo cavarsela nelle situazioni senza neanche sapere come. Quindi, per i non amanti del calcio dico: non è un libro sul calcio e non fate l’errore di considerarlo tale e non leggerlo perché vi privereste di un libro ironico, divertente, appassionante e coinvolgente. Marco Marsullo con questo libro ha avuto il merito di farmi appassionare una volta tanto ad un intero campionato. Questo è il suo libro d’esordio, le premesse per durare ci sono tutte, lo aspetto al prossimo.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...